Ti segnaliamo

Carta dei servizi

1FISIOTERAPIA

La fisiocinesiterapia rappresenta l’attività principale del nostro percorso riabilitativo. Le sedute individuali hanno come obiettivo la risoluzione del dolore tramite tecniche manuali di: massaggio, mobilizzzazione, recupero funzionale pre e post/chirurgico. Le suddette tecniche sono effettuate sui diversi segmenti corporei. Ogni trattamento è svolto dai nostri professionisti:
Inglese F., Capone S., Fiumana G., Di Giacomo S., Biondi M., Terlizzi V.

2OSTEOPATIA

l’osteopatia è una terapia manuale che agisce direttamente sulla struttura fisica del paziente senza l’utilizzo di macchinari o farmaci. E’ una scienza terapeutica naturale, fondata su una conoscenza precisa della fisiologia e dell’anatomia del corpo umano. Ogni parte del corpo viene valutata singolarmente e nell’insieme, ad esempio un dolore alla spalla può derivare da un trauma alla spalla, ma anche da una contrattura di alcuni muscoli del collo, da un rotazione del bacino, da una cattiva occlusione dentale… interpretando il sintomo come un messaggio lanciato dal corpo, non si cerca di sopprimerlo, ma di agire direttamente sulla causa. Le indicazioni sono molteplici: dolori muscolari, cervicalgie, sciatalgie, tendiniti, sinusite, dolori mestruali, colpo di frusta, cefalee…. Le tecniche utilizzate intervengono sulla struttura muscolo scheletrica, fasciale, viscerale per detendere muscoli e legamenti, normalizzare le articolazioni e migliorare la circolazione. Esistono inoltre tecniche sull’addome per migliorare la mobilità intestinale e sul torace per rilasciare le tensioni di origine ansiosa. Le tecniche osteopatiche sono utili anche nel periodo della gravidanza e nell’età neonatale.
Inglese F., Di Giacomo S.

IDROKINESITERAPIA
La riabilitazione in acqua è una tecnica di supporto ma anche elettiva nel trattamento riabilitativo di numerose patologie (neuromotorie ed ortopediche) è svolta da:
Di Giacomo S., Biondi M., Fiumana G., Capone S., Terlizzi V.
IDROKINESI TERAPIA INDIVIDUALE MOBILIZZAZIONE ARTICOLARE IN ACQUA CON TERAPISTA
Valido aiuto al paziente nella fase iniziale del trattamento di alcune patologie (capsulite adesiva) poiché permette di mobilizzare i primi gradi dell’articolazione con minor dolore e maggiore efficacia.
Capone S., Terlizzi V.
RIEDUCAZIONE FUNZIONALE
La rieducazione funzionale è in ordine cronologico l’ultima fase dell’iter riabilitativo ma non per questo meno importante del trattamento riabilitativo specifico. Mira ad ottenere un buon grado di forza attraverso un riequilibrio dei gruppi muscolari deficitari, definiti in base sia all’intervento chirurgico o trauma subito, sia attraverso il test isometrico che mette in evidenza le differenze di forza tra un arto e l’altro e tra un gruppo muscolare e l’altro.
Ciò ci permette di individuare un protocollo di esercizi personalizzato.
La resistenza elastica abbiamo visto essere la più adatta a tale fase di rieducazione, ma non dimentichiamo l’utilizzo delle diverse contrazioni: isotonica concentrica, isotonica eccentrica, cocontrazione, isometria con carichi naturali o piccole resistenze.
La conoscenza dell’anatomia e della patologia sono la base su cui applicare tutti i principi del rinforzo muscolare e le leggi della biomeccanica che conosciamo (principi delle leve, dello svantaggio meccanico, legge del punto fisso, innervazione reciproca, fuso neuromuscolare, facilitazione neuromuscolare…).
Tongiani E., De Santis E.
recuperoRECUPERO FUNZIONALE E PROPRIOCETTIVO

Tramite il dispositivo ULTRA si possono valutare quantitativamente le alterazioni della percezione della posizione dell’arto nello spazio e del movimento che sta eseguendo, permettendo al paziente di svolgere un lavoro propriocettivo mediante l’esecuzione di appositi esercizi di bio-feedback in un ambiente tridimensionale virtuale appositamente sviluppato. I referenti sono: De Santis E., Di Giacomo S.

Per ottenere migliori prestazioni sportive, per controllare gesti che eseguiamo quotidianamente, sono indispensabili oltre ad una forza adeguata, anche coordinazione e coscienza dei movimenti. Quindi per un recupero completo e una preparazione efficace, non è importante solo l’incremento della forza e della massa muscolare, ma anche rieducare e allenare le capacità propriocettive.
Tongiani E.

corsi_specCORSI SPECIFICI

Lo staff della rieducazione offre una serie di servizi allo scopo di soddisfare le esigenze più specifiche, organizzando sedute personalizzate mirate alla cura di differenti patologie.
I nostri corsi:

ginnastica posturale
ginnastica per il mal di schiena
ginnastica per lombalgie
ginnastica per lombosciatalgie
ginnastica per cervicalgie
ginnastica per cervicobrachialgie
ginnastica per osteoporosi
sindrome metabolica
dimagrimento
pilates

gli allenamenti personalizzati della durata di 30- 60 minuti sono tenuti da laureati in scienze motorie che saranno a disposizione per seguire ogni singola fase del training.
De Santis E., Tongiani E.

Riflessologia Plantare:
Già circa cinquemila anni fa era noto in India e in Cina un trattamento mediante pressione di punti.
In occidente W. Fitzgerald, nato nel 1872 negli Stati Uniti d’America e dottore in medicina, è considerato il fondatore della Riflessologia Plantare, di cui ci parla nel suo libro “Terapia zonale”.
Lo studio del massaggio riflesso sui piedi è oggi oggetto di vasto interesse. La riflessologia, a volte definita anche terapia di zona, è usata come metodo atto a riportare l’organismo ad uno stato di equilibrio. Come terapia stimola i centri nervosi, i meccanismi di difesa dell’organismo e agevole le funzioni metaboliche. E’ una terapia indicata nel riequilibrio delle funzioni renali, intestinali , circolatorie e polmonari ed utile per bilanciare i processi intossicanti legati allo stress.

Biondi M.